loading

Content

Tony Frank, Thun

50 anni della funivia dello Stockhorn

Da 50 anni la funivia dello Stockhorn trasporta passeggeri da Erlenbach nella Simmental alla stazione di montagna, situata a 2139 metri sopra il livello del mare. Da lì si raggiunge a 2190 metri di altitudine l’impressionante cima, alla quale si può comunque accedere anche tramite sentieri. Ce ne sono tanti e per tutti i gusti.

Il 27 luglio 1968 è entrata in funzione la prima sezione della funivia, Erlenbach–Chrindi. La seconda, dalla stazione mediana di Chrindi alla cima, è diventata operativa nel 1969. Quella dello Stockhorn è una delle 128 funivie della Svizzera. Due sono le cabine che effettuano il tragitto tra le due stazioni a valle e in montagna. Per festeggiare il cinquantenario dell’impianto la Posta emette una cartolina postale illustrata affrancata. Illustrata dal progettista Tony Frank, raffigura un idillico paesaggio montano.
Non lontano dalla cima dello Stockhorn si trovano due piccoli laghi di montagna, popolare meta di pescatori dilettanti. L’ambiente circostante presenta numerosi sentieri di ogni grado di difficoltà, una serie di aree dedicate all’arrampicata e un articolato sistema di caverne che invita alla scoperta.
Particolarmente interessante è anche un cunicolo lungo 70 metri e accessibile in sedia a rotelle, che conduce a una piattaforma, dalla quale si gode un panorama spettacolare sul lago di Thun e sull’altopiano.
Nelle giornate terse la vista arriva sino al Giura, ai Vosgi e alla Foresta Nera.

Jürg Freudiger