loading

Content

Ferdinand Hodler, †

Un pittore svizzero innovativo

In occasione del centenario della morte di Ferdinand Hodler (1853–1918), la Posta ha emesso un francobollo speciale che mostra uno dei suoi tipici paesaggi. Si tratta del «Thunersee mit symmetrischer Spiegelung» risalente al 1905.

Il più noto pittore svizzero del XIX secolo trascorre a Berna una giovinezza segnata da miseria e sventure. Al termine degli anni di apprendistato a Thun e dopo aver lavorato a Ginevra, a metà del 1880 comincia a esporre le sue opere. Successivamente sviluppa un proprio stile, che gli regala fama internazionale. Si tratta di composizioni che mettono in primo piano un ordine naturale: alberi lungo una strada, nuvole e montagne, gruppi di figure. La sua idea di parallelismo è intesa come rappresentazione di forme organizzate simmetricamente che si ripetono. Il quadro «Thunersee mit symmetrischer Spiegelung» (Lago di Thun con immagine riflessa simmetrica), conservato al Musée d’art et d’histoire di Ginevra,
 è un tipico rappresentante di questa sua fase artistica. 
La definitiva consacrazione di Hodler arriva nel 1891 con il discusso dipinto «Die Nacht» (La Notte) che raffigura i temi del sonno, della morte e della sessualità. Dopo il successo ottenuto all’Esposizione universale di Parigi nel 1900, Hodler diventa uno dei più importanti pittori d’Europa. Le sue opere tardive riflettono echi d’impressionismo.


Jürg Freudiger

Mostre


I Musées d’art et d’histoire di Ginevra celebrano il centenario della morte di Hodler con una serie di manifestazioni che si articolano lungo tutto l’anno. In collaborazione con il Museo d’arte di Berna, i musei di Ginevra realizzano la retrospettiva «Hodler//Parallelismo», ospite dal 20 aprile al 19 agosto al Museo Rath di Ginevra e dal 14 settembre 2018 al 13 gennaio 2019 al Museo d’arte di Berna.