loading

Content

Un appello con 500 anni di storia

Huldrych Zwingli (1484–1531) è tra le figure più significative della Riforma. Ancora oggi non si riesce a valutare nella giusta misura l’enorme influsso che ha avuto su Zurigo e molte città dell’Alta Germania come Augusta, Costanza e Ulm.

Tutto ebbe inizio quando Zwingli diventò predicatore della Grossmünster di Zurigo nel 1519. In seguito tradusse a quattro mani con Leo Jud la Bibbia per intero in tedesco alemanno, lingua ufficiale della Cancelleria. La sua versione della Bibbia in tedesco è la prima e anticipa quella di Lutero. Un motivo sufficiente, quindi, per l’emissione congiunta Svizzera-Germania «Huldrych Zwingli − 500 anni della Riforma a Zurigo e nell’Alta Germania».

Per realizzare il francobollo speciale è stato indetto in entrambi i paesi un concorso vinto da un artista tedesco. La giuria ha premiato lo stile contemporaneo della sua composizione, nella quale trovano rilievo le parole del riformatore «Tut um Gottes Willen etwas Tapferes» (Per l’amor di Dio fa’ qualcosa di coraggioso). La citazione è stata scelta vista la difficoltà di trasmettere la coraggiosa posizione di Zwingli attraverso i ritratti che di lui sono stati tramandati; la scelta dell’appello rivolto direttamente a chi guarda il francobollo punta a dissolvere i 500 anni di distanza da quando fu pronunciato.

Jürg Freudiger

Celebrazione per i «500 anni della Riforma» Il 12 maggio 2019 la Chiesa riformata del Cantone di Zurigo celebrerà, insieme alla Federazione delle Chiese protestanti della Svizzera, una funzione per i «500 anni della Riforma» presso la Grossmünster di Zurigo, dove il movimento religioso di Zwingli mosse i primi passi. A questo evento sono attesi numerosi ospiti dalla Svizzera e dall’estero. zhref.ch/reformationsjubilaeum