loading

Content

Bellezza effimera

Il termine «land art» viene utilizzato quando l’artista interviene sul paesaggio naturale. Un rappresentante particolarmente talentuoso di questa forma di espressione è Ivo Moosberger, poligrafo di Zugo, artista e globetrotter. Quattro delle sue opere, dalla breve durata di vita, sono ora immortalate su francobolli speciali.

Cerchi di margheritine gialle, Ticino

«Sopra la mia tenda imperversa un temporale. Quando smette di piovere sguscio dalla tenda, raccolgo delle margheritine e ne faccio dei cerchi. Vengo continuamente interrotto da pioggia, grandine e fulmini. Allora ritorno nella tenda, mentre fuori i fiori annegano sotto la pioggia. Solo il terzo giorno il cielo è senza nuvole e i cerchi di margheritine gialle risplendono sotto il sole del mattino.»

Passo Campolungo, Ticino

Sfere di vimini, Zugo

«Sulla sponda del lago stacco dei rametti da un salice imponente e li piego. Poi formo alcuni cerchi. Alla fine li intreccio trasformandoli in sfere che colloco sulle pietre del lago. Le onde le fanno continuamente cadere in acqua. Con il passare del tempo le sfere verdi e morbide si trasformano in rigide figure.»

Lago di Zugo, Zugo

Spirale di pietre, Uri

«Dopo una notte fredda e ventosa i raggi del sole mi risvegliano e sciolgono la neve durante la mattinata. Su una pietra levigata dal ghiacciaio colloco pietre rosso ruggine riproducendo una forma simile a un fossile. Da lontano odo il fischio delle marmotte.»

Sotto al Gross Windgällen, Uri

Pietre in equilibrio, Grigioni

«Nelle prime ore della sera raggiungo il passo. In un bacino d’acqua naturale -costruisco un arco con dei sassi, che però continuano a cadere giù. I miei piedi ammollati dall’acqua sono diventati gelati, la schiena mi fa male e impreco ad alta voce contro me stesso e le pietre che non riescono a sostenere l’arco. Dopo circa quattro ore, finalmente si regge da solo. Affamato accendo un fuoco, cucino del riso con i -funghi che ho raccolto e, stremato, mi addormento.»

Passo del San Bernardino, Grigioni

Jürg Freudiger

Ivo Moosberger è nato a Zugo nel 1974. Sin dall’infanzia è affascinato dai colori, dalle forme e dai motivi disegnati della natura. Inoltre trae ispirazione anche dai mutamenti determinati dalle stagioni. Per vivere il più intensamente possibile queste sensazioni trascorre ogni minuto libero nella natura, con tenda e zaino in spalla. Almeno ogni due anni il poligrafo, artista e globetrotter dà sfogo al suo fermento creativo e parte per mesi portando con sé il minimo indispensabile. Impiega giorni per realizzare le sue opere, pur consapevole della loro breve durata di vita. Le sue creazioni sono completamente libere da qualsiasi vincolo sociale e da valori materiali, ma caratterizzate da un forte senso per l’improvvisazione e cariche di creatività.

Ulteriori informazioni: naturschauspiele.ch