loading

Content

Straordinariamente attuale anche dopo 100 anni

100 anni fa Carl Spitteler fu il primo, e finora unico, cittadino svizzero a ricevere il premio Nobel per la letteratura. Un francobollo speciale realizzato con tecniche tipografiche commemora questo straordinario riconoscimento, così come le opere e la vita di Spitteler.

Nato nel 1845 a Liestal, in Basilea-Campagna, il romanziere, poeta e novellista Carl Spitteler è stato autore di una produzione letteraria notevole. Teologo di formazione, Spitteler fu attivo anche come critico letterario, compositore, disegnatore e insegnante. Nel 1914, in occasione dello scoppio della prima guerra mondiale, fu autore dell’appello alla neutralità «La neutralità di noi svizzeri», riscuotendo grande risonanza in Svizzera e all’estero e arrivando perfino a smuovere le coscienze del Comitato per il Nobel.

Nel 2019 l’associazione «Carl Spitteler – 100 anni Premio Nobel per la letteratura» organizza diverse manifestazioni in tutta la Svizzera, incentrate sulla sorprendente attualità dell’opera di Spitteler: infatti molti dei suoi testi trattano in maniera critica la xenofobia e il nazionalismo, altri tematizzano il rapporto tra il tedesco e il francese, il tedesco standard e il dialetto.

Il francobollo, realizzato dalla bozzettista bernese Bea Würgler, mette in scena il «potere delle parole» in forma tipografica. Carl Spitteler è rappresentato in un ritratto carico di energia.

Jürg Freudiger